admin, Autore a Banda Beni
1
archive,author,author-admin,author-1,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-1.6.1,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
Ziu Lilliccu ci ha lasciato

Ziu Lilliccu ci ha lasciato

La sera del 2 gennaio è mancato Mario, all'età di 69 anni e a pochi giorni dall'uscita del nostro nuovo singolo. Il ricordo nelle parole del figlio Marco. Un giorno mio padre mi ha detto scherzando: Figlio mio, quando babbo entrerà nella bara non sarà la prima volta ma la seconda...

Read More
Grazias a Deus

Grazias a Deus

Correva l'anno 1972 e Mario ed io, in quell'epoca lontana, eravamo rispettivamente un giovane studente di Scienze Politiche ed un prossimo maturando del liceo classico Siotto. Militavamo, insieme a Filippo e a Carlo Mulas, negli Squali '71, complesso vocale-strumentale (così si diceva all'epoca) che aveva base presso la parrocchia di S. Paolo, in piazza Giovanni XXIII a Cagliari, che ci forniva una economica e datata, ma indispensabile, attrezzatura strumentale. Noi tre più giovani eravamo alla prima esperienza musicale semi-professionale mentre Mario era già un batterista di lungo corso avendo iniziato dagli anni '60 in piena epoca del beat italiano. Con gli Squali '71 abbiamo portato nei locali le prime canzoni dei futuri Banda Beni, Ziu Lilliccu e Mamma Tua. Già in precedenza Filippo ed io, insieme al nostro amico Peppuccio Mereu, dedicavamo i pomeriggi sottratti allo studio a mettere insieme parole e musica: tra il 1971 e il 1972, abbiamo...

Read More
Segundu Banda Beni - Cantu e Coru

Cantu ‘e coru

Le nostre "serate" erano sempre diverse l'una dall'altra. La "scaletta" delle canzoni, e non solo, era studiata a seconda della località dove ci si doveva esibire. Il pubblico, sempre numeroso, ci accoglieva rumoroso e festante in ogni angolo dell'Isola. Ovviamente certi "pezzi" facevano "esplodere" la folla in applausi e risate che non ci hanno lasciato insensibili, e lasciavano in tutti noi, sempre, tanto stupore e meraviglia. Il culmine dello stupore, però, e non solo per noi...

Read More
Banda Beni - Succubeeh - Copertina

Succubeeh

Mi fermo a guardare un prato in primavera, quando d'improvviso all'orizzonte scorgo la sagoma di una pecora che si fa sempre più vicina: prima o poi, soprattutto quando mi vedrà - mi son detto - scapperà a zampe levate! Al contrario lei quasi "galoppa" verso di me e mi si piazza a neanche un metro di distanza. Penso: bisogna giocare d'astuzia, usare l'intelligenza. Se le parlo in italiano rischiamo l'incomunicabilità! Allora, con un cenno del capo e allungando una mano, la invito a darmi la zampa: scorgo in lei un timido sorriso e, guardandomi fisso...

Read More

Compillescion

Dopo una settimana di fervente attesa in cui l'affetto dei fan e di tanti giornalisti è stato davvero commovente, sveliamo finalmente la sorpresa natalizia: esce in queste ore il nostro primo CD, edito da La Strega Records di Marcello Mazzella che ha prodotto questo lavoro assieme a Marco Biggio. Si tratta di una compilation dei nostri brani più famosi che non potevamo che battezzare Compillescion: Ziu Lilliccu, Deu (...

Read More
Compillescion_CD

Compillescion per la Strega Records

Come qualcuno ricorderà, negli anni settanta La Strega Records era un piccola casa discografica sarda con sede a Cagliari. La mia passione per la musica mi portò a fare questo passo. Ci fu subito un grande interesse da parte di tanti musicisti sardi che mi accompagnarono in questo percorso sino al 1985. L'aria che si respirava negli uffici de La Strega ed in particolare nel piccolo studio di registrazione, era particolare, unica! Eravamo moltissimi, tanti amici con tante belle idee e tanti sogni. Ogni tanto mi capita di incontrare o di andare a sentire qualcuno del vecchio staff e circa due mesi fa, dopo trent'anni, ho rivisto tutti assieme i Banda Beni: una birra, un caffè e poi l'idea! Si, si può fare! Facciamola questa raccolta delle loro canzoni, ecco quindi nascere Compillescion, un CD, il primo che La Strega manda in stampa, allora esisteva solo il vinile, i vecchi 33...

Read More
Scopri l'intruso...

Ricordi La Strega?

Ho conosciuto La Strega Records qualche tempo prima della nascita dei Banda Beni. Un mio vecchio compagno di prima media, Giacomo Medas, che non vedevo da qualche anno, sapendo che suonavo il basso elettrico, mi chiamò per collaborare all’incisione di un brano di Benito Urgu, Sexy Fonni, brano che poi diventò molto noto anche a livello nazionale. Giacomo aveva fatto studi accademici di viola al conservatorio ma aveva anche suonato in alcune rock bands e aveva messo a frutto le sue abilità di strumentista ma anche di arrangiatore lavorando a La Strega, poi, più tardi, si è anche dedicato con successo alla direzione d’orchestra. Era un periodo pionieristico, tutti aiutavano tutti nelle incisioni dei brani: noi Banda Beni abbiamo avuto validi collaboratori come Franco Medas, Carlo Mulas, Gianfranco Canu, Paolo Porcu e tanti altri di cui si trovano i credits nei vinili dell’epoca; io e mio fratello Carlo spesso ci...

Read More

Fiar’ora!

I Banda Beni hanno interrotto le loro esibizioni pubbliche tanti anni fa: trenta, per l'esattezza (l'ultimo LP è datato 1984). E lo hanno fatto non per caso, ma seguendo un ragionamento molto semplice: raggiunto l'apice del successo e del consenso, non sta a noi dire se meritatamente o no, ci fermiamo, nella speranza di lasciare un bel ricordo tra la gente. Era arrivato per noi il meritato riposo. Ma passavano gli anni dal nostro stop e, davvero "stranamente", avveniva un fatto piuttosto insolito nel mondo della musica: quasi sempre ad un gruppo musicale che "finisce", se ne sostituisce fisiolologicamente un altro più giovane e dello stesso "tipo". Sono trascorsi 30 anni, si diceva prima, e ciò non è accaduto per i Banda Beni: nel panorama musicale isolano siamo risultati insostituibili! Non solo. A giudicare dagli indici di gradimento, le nostre canzoni sembrano appartenere ad una formazione ancora operativa nel campo musicale. Il tutto senza tener conto delle...

Read More

Così nacque Ziu Lilliccu

Quella sera di tanti anni fa, mi recai in chiesa dove si sarebbe dovuta tenere una cerimonia piuttosto importante. La chiesa, sempre molto frequentata, al mio arrivo cominciava a riempirsi. Nel passare in rassegna le file di banchi per cercarmi un posto a sedere, notai subito che le prime file, 10-12 circa, erano "riservate", con tanto di cartelli, alle varie autorità civili, militari, ecclesiastiche e via dicendo. Non era la prima volta che mi capitava di vedere in una chiesa dei posti "riservati". Ma chissà per quale motivo, quella sera, la cosa, mi fece salire il sangue alla testa. Sulle prime me la presi con i sacerdoti della stessa: erano loro i responsabili! Ma perché, mi chiedevo, i primi posti che Gesù assegna sempre agli ultimi, ai più poveri, vengono qui riservati alle autorità?! Intanto la chiesa, dietro e nelle navate laterali, si riempiva all'inverosimile e la gente, talvolta, faceva...

Read More

Inviacello

In questi anni, tanti di voi, hanno colorato il web con video di musiche e brani dei Banda Beni. Alcuni pezzi sono stati utilizzati come colonna sonora di piccoli video-clip...

Read More